Polinesia francese

Polinesia francese, giardino dell’Eden in mare aperto Tahiti

La Polinesia francese è un possedimento d’oltremare della repubblica francese ed è composta da 130  isole  in 6 suddivisioni amministrative(se consideriamo gli isolotti di Bass), disseminate in quel tratto di mare incantevole e paradisiaco dell’area sud est del Pacifico che va dall’equatore al tropico del Capricorno.

La Polinesia francese è ormai immortalata nelle centinaia di immagini da cartolina che hanno reso celebri le sue barriere coralline e le acque turchesi, che riflettono in trasparenza le tonalità fresche e rilassanti di fondali da favola.

Isole Polinesia francese

Le isole della Polinesia francese sono distinte in sei suddivisioni amministrative:

  • Isole del vento
  • isole sottovento
  • isole Marchesi
  • isole Australi
  • isole Bass
  • isole Gambier

Che a loro volta racchiudono 5 arcipelaghi:

  • Isole Australi
  • isole della società, comprendente le isole del vento e le isole Sottovento
  • Isole Tuamotu
  • Isole Gambier
  • Isole Marchesi

L’isola più conosciuta e popolata è Thaiti, altre isole e atolli importanti sono Bora Bora, Ahe, Hivaoa, Huaine, Moorea, Raiatea, Maupiti, Rangiroa.
Polinesia francese

Le città più popolate della Polinesia francese sono nell’ordine:

  • Faaa
  • Paapete
  • Punaauia
  • Pirae
  • Moorea Maiao

Clima Polinesia francese

Il clima è tropicale moderato, con una temperatura media di 27 gradi in inverno e di 29 in estate. Il periodo migliore per un viaggio in Polinesia francese va da Maggio a Ottobre – corrispondente alla stagione invernale – poiché il clima è più fresco e le precipitazioni molto rare.
Il clima diventa più pesante e umido nella stagione estiva, che corrisponde al nostro inverno giacchè la Polinesia si trova nell’emisfero opposto al nostro. Da Novembre ad Aprile c’è la stazione delle piogge, con clima umido e precipitazioni abbondanti che a volte culminano in veri e propri temporali.

Polinesia francese Viaggio

Ormai da tutte le parti del mondo è possibile raggiungere la Polinesia francese.resort bora bora Dall’Italia la rotta più gettonata è verso Ovest, con partenza da Milano, Roma, Bologna, Genova per Parigi, Londra o Amsterdam. Da Parigi, Londra o Amsterdam lo scalo obbligato è quasi sempre Los Angeles, prima dell’arrivo a Paapete.
Per chi viaggia dall’Italia in Polinesia, l’unico documento obbligatorio è il passaporto.

Le compagnie aeree che effettuano il volo dall’Italia fino in Polinesia sono British Airways, Air France, KLM, Thaiti Nui e Alitalia.

La Polinesia francese tuttavia ha un’estensione geografica pari a quella dell’Europa, dunque per spostarsi fra le varie isole è indispensabile usufruire dei servizi interni. Air Thaiti si occupa dei voli nazionali e mette a disposizione dei suoi clienti i pass acquistabili preventivamente per tutta la durata del vostro viaggio.

Le condizioni per la validità del pass normalmente prevedono una durata massima del viaggio di 28 giorni, con una fermata su ogni isole di 24 ore. Tutti i voli compresi nel pass una volta acquistati devono essere confermati in loco.
Condizioni, itinerari e maggiori informazioni le trovate sul sito di Air Thaiti.
Il periodo di alta stagione in Polinesia francese è Luglio – Agosto

Polinesia francese prezzi

I prezzi per un biglietto aereo andata-ritorno per la Polinesia francese si aggirano di norma sui 2000 euro per passeggero, ma a seconda del periodo e – diciamola tutta – della fortuna, è possibile trovare offerte per la Polinesia francese anche a 1400 euro.
Se riuscite a trovare uno di questi voli, vi consigliamo di prenotare immediatamente perché i prezzi salgono vertiginosamente.

Consigli di viaggio

La Polinesia francese è un territorio altamente civilizzato: il tasso di criminalità è

pic nic a bora bora

un tipico pic nic in Polinesia

basso e la sicurezza è affidata a guardie francesi.
Il motto dei polinesiani è “aita pea pea” – senza preoccupazioni. La gente polinesiana è molto tranquilla, ma ha un alto senso del rispetto; non ponetevi con superiorità davanti alle loro usanze, rispettate sempre le bellezze naturali dell’isola e siate cordiali con i locali, verrete ricambiati con un’accoglienza sincera e festosa.
Non ci sono vaccini obbligatori. La sanità è ben sviluppata, gli unici inconvenienti potrebbero essere in mare, perché il sole picchia forte: portate con voi creme solari ad alta protezione e dei sandali in gomma per camminare in acqua sopra i coralli.
Se praticate snorkeling e immersioni subacquee, potrebbe capitarvi di incontrare qualche piccolo squalo allontanandovi dalla costa: non preoccupatevi, sono inoffensivi. Attenzione piuttosto alle murene mordaci che si rintanano fra i coralli.

Economia

La vita in Polinesia francese è molto costosa, quindi preparatevi a spendere un bel po’ per la vostra vacanza, perché i Polinesiani vendono care le loro bellezze!
Tutte le principali carte di credito sono bene accette. La moneta ufficiale della Polinesia francese è il Franco Pacifico; un ufficio di cambio è disponibile nella banca di Tahiti, oltre a numerosi sportelli ATM sparsi per le isole principali

Cibo

Il piatto principale della cucina Polinesiana è il pesce crudo, ma è forte l’influsso della cucina europea che è molto presente nei ristoranti locali. Non c’è la consuetudine di dare la mancia ai camerieri. Come bevande, troverete succhi di frutta – da provare il succo all’ananas di Moorea – e la birra Hinano

Resort Polinesia Francese

L’80% dei resort della Polinesia francese si trova nelle isole principali di Tahiti, BoraBungalow Polinesia Bora e Moorea. Essendo una meta turistica di interesse mondiale, la Polinesia francese è ben attrezzata a ricevere i turisti e sono parecchie le catene alberghiere presenti sul territorio: Sheraton, Club Med, Novotel, Orient Express, tanto per citarne alcune.
Tuttavia, per chi non vuole perdere il fascino della vacanza Polinesia tradizionale, esistono anche numerosi b&b a conduzione familiare, o bungalow a ridosso delle spiagge più incantevoli, circondati da palme e un mare turchese.

Questa voce è stata pubblicata in Polinesia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.